Home » Magazine » B2B » DISPOSITIVI E SISTEMI DI SICUREZZA CON SOLARPLAY ENGINEERING

DISPOSITIVI E SISTEMI DI SICUREZZA CON SOLARPLAY ENGINEERING

25 Giu 2024

Per Solarplay la sicurezza dei lavoratori è un tema di fondamentale importanza: l’installazione di un impianto fotovoltaico è sicuramente vantaggiosa dal punto di vista energetico, ma comporta dei rischi per la sicurezza degli operatori che lavorano in quota e per questo motivo che entra in gioco Solarplay Engineering per adottare adeguate misure di protezione.

Bisogna fare una distinzione tra Sistemi di Protezione Collettiva (SPC) e Dispositivi di Protezione Individuale (DPI).

Per quanto riguarda i Sistemi di Protezione Collettiva (SPC), si tratta di soluzioni che proteggono tutti gli operatori che si trovano nell’area di lavoro, indipendentemente dalle loro azioni individuali.

I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), invece, sono dispositivi di sicurezza che vengono indossati singolarmente da ogni operatore. Rientrano in questa categoria l’imbracatura – che avvolge il corpo dell’operatore e distribuisce le forze di arresto in caso di caduta – il casco protettivo e le scarpe antinfortunistiche.

SISTEMI DI PROTEZIONE COLLETTIVA (SPC)

I sistemi di protezione collettiva più comuni per i tetti fotovoltaici sono:

  • Parapetti: barriere fisse installate lungo i bordi del tetto per impedire la caduta accidentale degli operatori. Devono essere conformi alle normative vigenti in termini di altezza, resistenza e spaziatura.
  • Linee vita: cavi metallici fissati alla struttura del tetto sui quali gli operatori possono agganciare la propria imbracatura mediante moschettoni. Devono essere installate da personale qualificato e regolarmente sottoposte a manutenzione.
  • Reti di protezione: reti in materiale tessile installate sotto il piano di lavoro, come ad esempio lucernari, per trattenere gli operatori in caso di caduta.

NORMATIVE NAZIONALI E REGIONALI

In Italia esistono anche normative nazionali e regionali che regolano l’utilizzo dei sistemi anticaduta sui tetti fotovoltaici. 

Le normative regionale possono prevedere requisiti aggiuntivi rispetto a quelli previsti dalle norme nazionali, ad esempio l’obbligo di installare linee vita su tutti i tetti con una pendenza superiore a un certo valore.

È quindi importante, prima di installare un sistema anticaduta, consultare le normative vigenti nella propria regione per assicurarsi di rispettare tutti i requisiti previsti.

SOLARPLAY ENGINEERING TI AIUTA A SCEGLIERE IL SISTEMA ANTICADUTA ADATTO

Solarplay offre servizi di installazione e manutenzione di sistemi di protezione collettiva tramite Solarplay Engineering. Con un team di professionisti esperti e qualificati, Solarplay Engineering garantisce la realizzazione di soluzioni SPC adatte a qualsiasi tipologia di tetto fotovoltaico, assicurando la conformità alle normative vigenti e la massima sicurezza per gli operatori.

La scelta del sistema anticaduta più adatto dipende da diversi fattori, tra cui le caratteristiche del tetto, i lavori da eseguire e il numero di operatori coinvolti.

È importante che la scelta del sistema anticaduta sia fatta da personale qualificato, che possa effettuare una valutazione dei rischi e consigliare la soluzione più idonea in base alle specifiche esigenze.

Adottare adeguate misure di protezione, come l’utilizzo di sistemi anticaduta conformi alle normative vigenti, è un dovere per tutti i datori di lavoro che vogliono tutelare la salute e la sicurezza dei propri dipendenti.

Contattaci per una consulenza e un preventivo personalizzato.

L’ENERGIA DEL FUTURO CON I POWER PURCHASE AGREEMENT (PPA) DI SOLARPLAY

L’ENERGIA DEL FUTURO CON I POWER PURCHASE AGREEMENT (PPA) DI SOLARPLAY

Nel panorama energetico odierno, in continua evoluzione, aziende e organizzazioni sono alla ricerca di soluzioni sostenibili e convenienti per alimentare le loro attività. I Power Purchase Agreement di Solarplay si presentano come una risposta innovativa a questa esigenza, per aziende di ogni...

ENTRA A FAR PARTE DELLE COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI

ENTRA A FAR PARTE DELLE COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI

Fino al 31 marzo 2025, cogliere l'occasione di entrare a far parte di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER) è un passo vantaggioso per cittadini e imprese che risiedono in comuni con meno di 5.000 abitanti. Grazie al contributo a fondo perduto PNRR, infatti, è possibile installare un impianto...