Home » Magazine » Incentivi Statali » STRUMENTI PER L’EFFICIENZA E MIGLIORAMENTO DELLA CLASSE ENERGETICA

STRUMENTI PER L’EFFICIENZA E MIGLIORAMENTO DELLA CLASSE ENERGETICA

8 Mar 2024

Quando si tratta di edilizia sostenibile e risparmio energetico, un termine che sentiamo spesso è la “classe energetica”. Ma cosa significa veramente e come possiamo comprenderne il significato? In questo articolo, esploreremo a fondo la classe energetica degli edifici residenziali, illustrando il suo significato, come viene calcolata e dove possiamo reperire queste informazioni.

Cos’è la Classe Energetica?

La classe energetica di un edificio è un valore (espresso in kWh/m^2 anno) che misura l’efficienza energetica complessiva della struttura. In altre parole, rappresenta quanto un edificio è in grado di utilizzare l’energia in modo efficiente per mantenere un ambiente confortevole. Questa valutazione, espressa con una lettera in una scala da G ad A4 (dove A4 è il massimo livello di efficienza), fornisce una chiara indicazione delle prestazioni energetiche dell’edificio. 

Come si calcola la classe energetica di un edificio residenziale?

Il calcolo della classe energetica coinvolge diversi parametri e indicatori, che vengono analizzati per determinare l’efficienza energetica complessiva di una struttura.

Alcuni dei fattori presi in considerazione includono

  1. Isolamento termico: la qualità dell’isolamento termico influisce notevolmente sull’efficienza energetica. Un buon isolamento riduce la dispersione di calore in inverno e mantiene il fresco in estate.
  2. Sistemi di riscaldamento e raffreddamento: l’efficienza dei sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento d’aria è un altro elemento chiave nella determinazione della classe energetica.
  3. Materiali utilizzati: la scelta dei materiali costruttivi influisce sulle prestazioni energetiche. Materiali isolanti di alta qualità possono contribuire a migliorare l’efficienza.
  4. Fonti di energia rinnovabile: l’uso di fonti di energia rinnovabile, come pannelli solari può influire positivamente sulla classe energetica.
  5. Consumi energetici: i consumi energetici passati dell’edificio sono un elemento fondamentale nella valutazione della sua efficienza. Una registrazione accurata dei consumi passati è essenziale per il calcolo preciso della classe energetica.

Dove trovare informazioni sulla classe energetica di un edificio

  1. Certificazione energetica: ogni edificio deve essere dotato di una certificazione energetica APE, un documento ufficiale che riporta la sua classe energetica. Questa certificazione fornisce dettagli sulle prestazioni energetiche dell’edificio.
  2. Agenzie e Istituzioni competenti: è disponibile un database online accessibile al pubblico, dove è possibile trovare informazioni sulla classe energetica degli edifici di tutto il territorio nazionale. Il SIAPE (Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica)è il portale web per la raccolta e consultazione degli Attestati di Prestazione Energetica (APE)di edifici e unità immobiliari. Istituito con il Decreto Interministeriale 26/06/2015, il SIAPE è stato realizzato e viene gestito da ENEA con lo scopo primario di restituire una immagine dettagliata dello stato dell’arte della riqualificazione energetica del parco edilizio nazionale.
  3. Atti notarili: la classe energetica di un edificio è obbligatoria negli atti notarili di compravendita, e contratti d’affitto. Questo significa che si possono reperire queste informazioni consultando la documentazione di acquisto o affitto della proprietà.

Efficientamento energetico

Aumentare la Classe Energetica degli edifici

La classe energetica di un edificio è più di un semplice valore; è un riflesso delle sue prestazioni energetiche, dei consumi energetici e relativi costi, e un indicatore del suo impatto sull’ambiente. Approfondiremo anche i benefici che derivano da un aumento di classe energetica, tra cui vantaggi ambientali, risparmio economico e un aumento del valore immobiliare.

Come aumentare la classe energetica: strategie pratiche

A differenza di quanto si possa pensare, è facilmente possibile aumentare la classe energetica della propria abitazione, specie se il punto di partenza è una classe bassa (G-D-F). Uno studio attento delle soluzioni da applicare può portare ad un salto di diverse classi energetiche.  Un nostro cliente ha visto la sua casa effettuare un salto di classe energetica dalla F alla A3, scegliendo di installare presso la propria abitazione un impianto fotovoltaico integrato con sistema di accumulo ed infissi in PVC a triplo vetro, questo ha portato benefici immediati quali la riduzione dei consumi energetici e quella dei costi in bolletta di 4/5 volte.

  1. Miglioramento dell’isolamento termico: investire nell’isolamento termico delle superfici che costituiscono l’involucro della casa è uno dei modi più efficaci per ridurre i consumi energetici e migliorare la classe energetica di un edificio. Finestre in PVC a doppio o triplo strato, pareti verticali isolate con cappotto termico e tetti ben coibentati sono chiavi per mantenere la temperatura interna in modo efficiente.
  2. Aggiornamento dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento: l’installazione di sistemi di riscaldamento e raffrescamento più efficienti e tecnologicamente avanzati influisce positivamente sulla classe energetica. Impianti come caldaie ibride con pompe di calore ad alta efficienza o caldaie a condensazione sono scelte da considerare.
  3. Fonti di energia rinnovabile: la presenza di un impianto che generi energia rinnovabile è un passo fondamentale per efficientare il proprio immobile e ridurrei i costi di gestione. Pannelli solari fotovoltaici possono contribuire a ridurre la dipendenza da fonti energetiche tradizionali e aumentare notevolmente l’efficienza energetica, soprattutto se abbinati a sistemi di accumulo domestico dell’energia.

I benefici dell’aumento di classe energetica

  1. Impatto ambientale ridotto: aumentare la classe energetica significa ridurre l’impatto ambientale. Una maggiore efficienza energetica comporta una minore emissione di gas serra e contribuisce alla lotta contro il cambiamento climatico.
  2. Risparmio economico a lungo termine: sebbene gli investimenti iniziali possano sembrare significativi, l’aumento di classe energetica si traduce in un notevole risparmio economico a lungo termine. Riducendo i consumi energetici, i proprietari vedono una diminuzione delle bollette e un ritorno sugli investimenti nel tempo.
  3. Aumento del valore immobiliare: le abitazioni con un’alta classe energetica godono di un valore immobiliare maggiore. Efficientare un edificio con i giusti interventi di riqualificazione energetica può tradursi in un aumento anche notevole del valore della struttura sul mercato immobiliare. Inoltre la consapevolezza crescente sull’importanza dell’efficienza energetica rende più attraenti sul mercato immobiliare le proprietà con una classe energetica più alta.
  4. Comfort abitativo migliorato: gli interventi per aumentare la classe energetica spesso portano a un miglioramento del comfort abitativo. La regolazione della temperatura, la riduzione dei rumori esterni e una migliore qualità dell’aria contribuiscono a un ambiente più piacevole.

Autonomia energetica: è possibile raggiungerla?

Raggiungere l’autonomia energetica può sembrare un obiettivo difficoltoso per molti, ma con le giuste strategie è un obiettivo concreto e raggiungibile. L’installazione di sistemi fotovoltaici con storage, l’elettrificazione dei consumi e una gestione oculata dei carichi sono solo alcuni dei passi che possiamo intraprendere per avvicinarci a questo obiettivo ambizioso.

Ti rimandiamo alla lettura del nostro articolo sul magazine di Solarplay che approfondisce tale argomento.

Con il nostro team di esperti puoi richiedere una consulenza personalizzata e l’autonomia energetica potrebbe diventare presto una realtà anche per la tua famiglia.

Incentivi per il miglioramento energetico degli edifici: un motore per la sostenibilità

Gli incentivi per il miglioramento energetico degli edifici giocano un ruolo fondamentale nel promuovere la transizione energetica – verso un futuro più sostenibile ed efficiente – e l’investimento che porta al risparmio e convenienza.

Detrazione fiscale: un’opportunità da non perdere

La detrazione fiscale, con differenti aliquote in base al tipo di soluzione scelta, consente di detrarre dalle proprie tasse una percentuale dei costi sostenuti per il miglioramento energetic, recuperando tale importo in 10 anni. Le soluzioni che godono della detrazione fiscale possono includere l’installazione di sistemi fotovoltaici, storage, porte e finsestre, isolamento termico con cappotto, caldaie, condizionatori, ecc.

Incentivi regionali e nazionali

Oltre alle detrazioni fiscali, molti regioni e comuni offrono incentivi specifici per promuovere il miglioramento energetico degli edifici. Questi possono includere sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali, sconti sui servizi pubblici e finanziamenti agevolati per progetti specifici.

Risparmio economico: incentivo indiretto ma importante

Oltre agli incentivi finanziari diretti, l’installazione di soluzioni di efficientamento energetico come fotovoltaico, storage, infissi in PVC, cappotto termico e caldaie a condensazione o ibride con pompa di calore, porta anche a significativi risparmi economici a lungo termine. Grazie alla riduzione delle bollette energetiche e alla possibilità di vendere l’energia in eccesso alla rete nazionale, gli investimenti in soluzioni che efficientano il proprio immobile diventano sempre più vantaggiosi dal punto di vista economico. Inoltre, queste soluzioni di efficientamento possono portare ad un aumento del valore dell’immobile fino al 40%, offrendo un ulteriore incentivo per l’adozione di queste soluzioni.

Efficientamento energetico

Rendere efficiente la propria abitazione, attraverso interventi personalizzati sulla base delle proprie esigenze, significa ridurre le spese energetiche e le emissioni di CO2.

Le soluzioni per ottenere una casa efficiente possono essere diverse, perché i prodotti coinvolti sono diversi o semplicemente perché la tua casa ha dei limiti o delle opportunità che non avevi considerato.

Richiedi una consulenza energetica e disegna con noi la soluzione migliore per aumentare il valore alla tua abitazione e risparmiare.

COME SCEGLIERE IL MIGLIOR IMPIANTO E ABBATTERE I CONSUMI DELLA TUA AZIENDA

COME SCEGLIERE IL MIGLIOR IMPIANTO E ABBATTERE I CONSUMI DELLA TUA AZIENDA

Solarplay illustra quali sono i criteri fondamentali per costruire un impianto fotovoltaico su misura, individuando i consumi della tua azienda e i processi aziendali che influiscono su di essi. I tipi di consumo e la loro analisi Innanzitutto, è importante fare una distinzione tra consumi per...

Come beneficiare dei finanziamenti per il tuo Parco Agrisolare

Come beneficiare dei finanziamenti per il tuo Parco Agrisolare

Come beneficiare dei finanziamenti per il tuo Parco Agrisolare L'efficientamento energetico delle aziende agricole targato Solarplay Siamo di fronte ad un'opportunità straordinaria che potrebbe trasformare radicalmente il modo in cui le aziende agricole utilizzano l'energia.Il Piano Nazionale di...

INCENTIVI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: SUPERBONUS 90% E MANOVRA 2023

INCENTIVI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: SUPERBONUS 90% E MANOVRA 2023

In questo articolo faremo chiarezza sugli incentivi per impianti fotovoltaici e la manovra 2023 ormai delineata. Dopo settimane e mesi di proclami dal Governo e dal Parlamento, e le continue modifiche apportate alla misura, il quadro sul Superbonus è ormai delineato. Ecco, quindi, quali sono le...

DOV’È FINITO IL SUPERBONUS 110%?”

DOV’È FINITO IL SUPERBONUS 110%?”

L’APPELLO DI SOLARPLAY A DRAGHI: AZIENDE E FAMIGLIE ITALIANE HANNO BISOGNO DI CERTEZZE Le famiglie italiane chiedono il Superbonus, ma dov’è finito il Superbonus 110%?  La misura naviga in un mare di incertezze, ormai da tempo: da una parte la difficoltà enorme di approvvigionamento e il...