Si parla di risparmio energetico quando vengono adottate tutte le misure e le tecniche necessarie per risparmiare energia elettrica e – di conseguenza – salvaguardare l’ambiente. Possiamo ottenere risparmio energetico inoltre quando utilizziamo le energie rinnovabili, che sono quelle energie contenute nella natura stessa.  In natura infatti esistono diverse fonti di energia che ci permettono appunto di ridurre i consumi.

Leggi anche – Energia elettrica: 5 consigli utili per risparmiare in bolletta

Risparmio energetico: le energie rinnovabili

Ci sono quindi diverse modalità per produrre energia, limitando così lo spreco, che spesso – anche inconsapevolmente – siamo soliti fare. La natura ci mette a disposizione infatti una serie di energie rinnovabili, chiamate anche energie alternative, così denominate proprio perché si rinnovano continuamente venendo da fonti inesauribili. Tra queste le fonti più conosciute sono: sole, vento, acqua e calore. Inoltre le energie rinnovabili hanno un impatto minore sull’ambiente dal momento che non rilasciano agenti inquinanti.

Leggi anche – Ecco un cliente soddisfatto dei lavori di efficientamento con il superbonus

Ma ora vediamo insieme quali sono le tecniche per ridurre lo spreco di energia utilizzando le energie rinnovabili. Per prima cosa dobbiamo specificare che esistono diversi tipi di energie rinnovabili. In questo articolo parleremo di quelle più utilizzate.

  • Energia idroelettrica: questo tipo di energia rinnovabile sfrutta l’energia potenziale gravitazione che viene dal movimento dell’acqua dall’alto verso il basso. Questa poi viene trasformata in energia elettrica grazie appunto alle centrali idroelettriche. È possibile, per le abitazioni situate in prossimità di centrali idroelettriche, utilizzare appunto questo tipo di energia. Addirittura è possibile mettere a punto un sistema idrico personale per ricavare energia, risparmiando così anche i costi.
  • Energia eolica: questa invece si ottiene attraverso l’energia cinetica derivante dal movimento di una massa d’aria. Anche in questo caso si possono utilizzare in casa o negli edifici degli impianti chiamati “micro-eolici” che consentono appunto di produrre energia eolica per le abitazioni.
Leggi anche – Superbonus 110%: nessuna sfida è impossibile! La storia di Mario

Risparmio energetico: l’energia solare

L’energia solare è quella di cui si sente più spesso parlare nell’ultimo periodo. Questa sfrutta le radiazioni solari ed è l’energia primaria della Terra in quanto da essa derivano poi tutti gli altri tipi. Questa può essere utilizzata nelle abitazioni o nelle strutture tramite pannelli solari e impianti fotovoltaici. In questo modo si può sia risolvere il problema bolletta che ottimizzare al meglio la luce solare. Oggi infatti sempre più persone installano presso la propria abitazione un impianto fotovoltaico. Questo accade perché installare un impianto fotovoltaico vuol dire ottenere diversi vantaggi:

  • Esso infatti sfrutta i raggi solari trasformandoli in energia, di conseguenza c’è un notevole risparmio sulle bollette.  
  • L’impianto fotovoltaico conserva l’energia che non viene sfruttata per riutilizzarla poi successivamente.
  • Con il Superbonus 110% – introdotto dal nuovo Decreto Rilancio – è possibile effettuare inoltre opere e lavori sul proprio immobile al fine di migliorarne l’indice di prestazione energetico di ben due classi per poi recuperarne l’intera spesa in credito d’imposta in un periodo di 5 anni. Con il Superbonus inoltre si può scegliere la cessione del credito per usufruire di uno sconto in fattura sull’intero importo cedendo il credito all’azienda che effettua i lavori.

Vuoi risparmiare anche tu le tue bollette di energia elettrica? Allora Richiedi QUI una consulenza GRATUITA con i nostri tecnici!

YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram