Home » Magazine » Incentivi Statali » IL NUOVO DECRETO CER: LE COMUNITA’ ENERGETICHE, SCOPRI COME PARTECIPARE.

IL NUOVO DECRETO CER: LE COMUNITA’ ENERGETICHE, SCOPRI COME PARTECIPARE.

31 Gen 2024

Il 24 gennaio scorso è entrato in vigore il decreto che promuove la creazione e lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e dell’autoconsumo diffuso in Italia.
Le CER rappresentano una nuova frontiera nell’ambito delle energie sostenibili, coinvolgendo singoli cittadini, famiglie, imprese e enti locali nell’autoproduzione e condivisione di energia da fonti rinnovabili.
Incaricato di gestire gli incentivi e fornire supporto alle CER durante il processo di costituzione e operatività è il Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Qui tutte le info: https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo.

Unitevi a Solarplay per creare la vostra Comunità Energetica Rinnovabile (CER). Siamo qui per guidarvi e sostenervi lungo tutto il percorso!

Ecco una guida esaustiva su tutto ciò che c’è da sapere sulle CER, secondo le direttive del GSE!

Come si costituisce una CER

  • Cos’è una CER?
    Una CER è un’associazione di cittadini, imprese, enti locali e altri soggetti che condividono l’energia rinnovabile prodotta da impianti locali.
  • Obiettivo delle CER
    Fornire benefici ambientali, economici e sociali attraverso l’autoconsumo di energia rinnovabile.
  • Vantaggi per il Paese
    Contribuiscono alla diffusione delle rinnovabili, alla riduzione delle emissioni di gas serra e all’indipendenza energetica.
  • Costituzione della CER
    Identificare aree per gli impianti e gli utenti, costituire legalmente l’associazione.
  • Partecipazione delle grandi imprese
    Le grandi imprese non possono farne parte direttamente ma possono essere parte di gruppi di autoconsumatori.
  • Vincoli sulla fornitura di energia
    I membri mantengono i diritti di clienti finali e possono uscire dalla CER secondo le regole statutarie.
  • Chi può farne parte?
    Qualsiasi produttore o consumatore di energia rinnovabile può partecipare.
  • Tipologie di impianti inclusi
    Tutti gli impianti alimentati da fonti rinnovabili possono far parte di una CER.
  • Requisiti degli impianti
    Potenza massima non superiore a 1 MW.
  • Vincolo geografico
    Produttori e consumatori devono essere nella stessa area geografica.
  • Incentivi statali
    Tariffa incentivante e contributo in conto capitale per impianti in Comuni con meno di 5.000 abitanti.

Gli incentivi nel dettaglio

Il decreto introduce due modalità principali per incentivare le CER: un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili per impianti realizzati nei comuni con meno di cinquemila abitanti e una tariffa incentivante per l’energia rinnovabile prodotta e condivisa dai membri delle Comunità. Queste misure mirano allo sviluppo di cinque gigawatt di capacità produttiva da fonti rinnovabili.

Contributo a fondo perduto

L’incentivo è riservato esclusivamente agli investitori in impianti di energia rinnovabile con una potenza massima di 1 MW, che fanno parte di Comunità Energetiche e situati in Comuni con una popolazione inferiore ai 5.000 residenti. Questo contributo copre il 40% dei costi di installazione di tali impianti, ma entro determinati limiti:

·       1.500 euro/kW per impianti con potenza fino a 20 kW;

·       1.200 euro/kW per impianti con potenza tra i 20 kW e i 200 kW;

·       1.100 euro/kW per impianti con potenza tra i 200 kW e i 600 kW;

·       1.050 euro/kW per impianti con potenza tra i 600 kW e i 1.000 kW.

Tariffa Incentivante

La tariffa incentivante varia in funzione della capacità dell’impianto, che può essere minore di 200 kWp, tra 200 e 600 kWp, o maggiore di 600 kWp, ed è costituita da una parte fissa, che dipende dalla potenza dell’impianto (vedi tabella sotto) e da un importo variabile che cambia in base al prezzo zonale.

Potenza impianto  Tariffa incentivante
potenza < 200 kW  80€/MWh + (0:40 €/MWh)
200 kW < potenza < 600 kW  70€/MWh + (0:40 €/MWh)
potenza > 600 kW  60€/MWh + (0:40 €/MWh)

Viene inoltre applicato un extra basato sulla posizione geografica dell’impianto, con un incremento di 4 euro per MWh nelle regioni centrali (Lazio, Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo) e di 10 euro per MWh in quelle settentrionali (Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta e Veneto). La potenza degli impianti finanziabile è pari a cinque Gigawatt complessivi, con un termine ultimo fissato alla fine del 2027.


Manuele Solazzo, General Manager di Solarplay, sottolinea l’importanza cruciale delle Comunità Energetiche Rinnovabili e dell’autoconsumo diffuso per il processo di transizione energetica in Italia:

“Attraverso questo decreto, ci avviciniamo sempre di più agli obiettivi di sviluppo delle energie rinnovabili anche in Italia, garantendo una maggiore sicurezza energetica e compiendo un significativo passo avanti verso la salvaguardia ambientale”.

Manuele Solazzo, General Manager di Solarplay

Per supportare le persone e le imprese nel processo di creazione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), il GSE offrirà una serie di risorse e supporti dedicati sul proprio sito web. Attualmente, è già disponibile una sezione FAQ https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo/le-comunita-energetiche-rinnovabili-in-pillole che fornisce risposte ai dubbi più comuni e offre indicazioni iniziali. Inoltre, presto sarà introdotto un simulatore che consentirà di valutare sia gli aspetti energetici che quelli economici dei progetti. In aggiunta, è attiva una mappa interattiva che mostra la posizione delle cabine primarie su tutto il territorio nazionale https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo/mappa-interattiva-delle-cabine-primarie.

Vuoi creare o aderire a una Comunità Energetica Rinnovabile o desideri approfondire ulteriormente l’argomento? Rivolgiti agli esperti di Solarplay per ricevere consulenza e supporto personalizzati. Insieme possiamo contribuire attivamente alla transizione energetica e alla diffusione delle fonti rinnovabili. 

Contattaci oggi stesso e inizia il tuo viaggio verso un futuro più sostenibile!

PER LA CASA: GUIDA ALLA SCELTA DEL MIGLIOR IMPIANTO FOTOVOLTAICO

PER LA CASA: GUIDA ALLA SCELTA DEL MIGLIOR IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Sfruttare l'energia solare per alimentare la tua abitazione non è solo un sogno per molti, ma un passo concreto verso un futuro più sostenibile. Se stai pensando di installare un sistema fotovoltaico, il Direttore Tecnico di Solarplay Ing. Alex Raffoni, ti guiderà attraverso i passi fondamentali...

SOLARPLAY PER LE AZIENDE: LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO FOTOVOLTAICO

SOLARPLAY PER LE AZIENDE: LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO FOTOVOLTAICO

L'adozione di energie rinnovabili e l'incremento dell'efficienza energetica sono temi di grande attualità per le aziende moderne. L'obiettivo comune è ridurre i costi e minimizzare l'impatto ambientale. Tuttavia, molte imprese possono trovare oneroso l'investimento iniziale per un impianto...

AGRIVOLTAICO: ENERGIA PULITA E OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE AGRICOLE

AGRIVOLTAICO: ENERGIA PULITA E OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE AGRICOLE

L'agrivoltaico si configura come una nuova frontiera nel panorama delle energie rinnovabili, unendo la produzione di energia elettrica con il rispetto del territorio e il sostegno alle attività agricole. In Italia, il settore ha ricevuto un'importante spinta dal Piano Nazionale di Ripresa e...