IL NUOVO DECRETO CER: LE COMUNITA’ ENERGETICHE, SCOPRI COME PARTECIPARE.

Home » Magazine » Impianti Fotovoltaici » IL NUOVO DECRETO CER: LE COMUNITA’ ENERGETICHE, SCOPRI COME PARTECIPARE.

31 Gen 2024

Il 24 gennaio scorso è entrato in vigore il decreto che promuove la creazione e lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e dell’autoconsumo diffuso in Italia.
Le CER rappresentano una nuova frontiera nell’ambito delle energie sostenibili, coinvolgendo singoli cittadini, famiglie, imprese e enti locali nell’autoproduzione e condivisione di energia da fonti rinnovabili.
Incaricato di gestire gli incentivi e fornire supporto alle CER durante il processo di costituzione e operatività è il Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Qui tutte le info: https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo.

Unitevi a Solarplay per creare la vostra Comunità Energetica Rinnovabile (CER). Siamo qui per guidarvi e sostenervi lungo tutto il percorso!

Ecco una guida esaustiva su tutto ciò che c’è da sapere sulle CER, secondo le direttive del GSE!

Come si costituisce una CER

  • Cos’è una CER?
    Una CER è un’associazione di cittadini, imprese, enti locali e altri soggetti che condividono l’energia rinnovabile prodotta da impianti locali.
  • Obiettivo delle CER
    Fornire benefici ambientali, economici e sociali attraverso l’autoconsumo di energia rinnovabile.
  • Vantaggi per il Paese
    Contribuiscono alla diffusione delle rinnovabili, alla riduzione delle emissioni di gas serra e all’indipendenza energetica.
  • Costituzione della CER
    Identificare aree per gli impianti e gli utenti, costituire legalmente l’associazione.
  • Partecipazione delle grandi imprese
    Le grandi imprese non possono farne parte direttamente ma possono essere parte di gruppi di autoconsumatori.
  • Vincoli sulla fornitura di energia
    I membri mantengono i diritti di clienti finali e possono uscire dalla CER secondo le regole statutarie.
  • Chi può farne parte?
    Qualsiasi produttore o consumatore di energia rinnovabile può partecipare.
  • Tipologie di impianti inclusi
    Tutti gli impianti alimentati da fonti rinnovabili possono far parte di una CER.
  • Requisiti degli impianti
    Potenza massima non superiore a 1 MW.
  • Vincolo geografico
    Produttori e consumatori devono essere nella stessa area geografica.
  • Incentivi statali
    Tariffa incentivante e contributo in conto capitale per impianti in Comuni con meno di 5.000 abitanti.

Gli incentivi nel dettaglio

Il decreto introduce due modalità principali per incentivare le CER: un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili per impianti realizzati nei comuni con meno di cinquemila abitanti e una tariffa incentivante per l’energia rinnovabile prodotta e condivisa dai membri delle Comunità. Queste misure mirano allo sviluppo di cinque gigawatt di capacità produttiva da fonti rinnovabili.

Contributo a fondo perduto

L’incentivo è riservato esclusivamente agli investitori in impianti di energia rinnovabile con una potenza massima di 1 MW, che fanno parte di Comunità Energetiche e situati in Comuni con una popolazione inferiore ai 5.000 residenti. Questo contributo copre il 40% dei costi di installazione di tali impianti, ma entro determinati limiti:

·       1.500 euro/kW per impianti con potenza fino a 20 kW;

·       1.200 euro/kW per impianti con potenza tra i 20 kW e i 200 kW;

·       1.100 euro/kW per impianti con potenza tra i 200 kW e i 600 kW;

·       1.050 euro/kW per impianti con potenza tra i 600 kW e i 1.000 kW.

Tariffa Incentivante

La tariffa incentivante varia in funzione della capacità dell’impianto, che può essere minore di 200 kWp, tra 200 e 600 kWp, o maggiore di 600 kWp, ed è costituita da una parte fissa, che dipende dalla potenza dell’impianto (vedi tabella sotto) e da un importo variabile che cambia in base al prezzo zonale.

Potenza impianto  Tariffa incentivante
potenza < 200 kW  80€/MWh + (0:40 €/MWh)
200 kW < potenza < 600 kW  70€/MWh + (0:40 €/MWh)
potenza > 600 kW  60€/MWh + (0:40 €/MWh)

Viene inoltre applicato un extra basato sulla posizione geografica dell’impianto, con un incremento di 4 euro per MWh nelle regioni centrali (Lazio, Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo) e di 10 euro per MWh in quelle settentrionali (Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta e Veneto). La potenza degli impianti finanziabile è pari a cinque Gigawatt complessivi, con un termine ultimo fissato alla fine del 2027.


Manuele Solazzo, General Manager di Solarplay, sottolinea l’importanza cruciale delle Comunità Energetiche Rinnovabili e dell’autoconsumo diffuso per il processo di transizione energetica in Italia:

“Attraverso questo decreto, ci avviciniamo sempre di più agli obiettivi di sviluppo delle energie rinnovabili anche in Italia, garantendo una maggiore sicurezza energetica e compiendo un significativo passo avanti verso la salvaguardia ambientale”.

Manuele Solazzo, General Manager di Solarplay

Per supportare le persone e le imprese nel processo di creazione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), il GSE offrirà una serie di risorse e supporti dedicati sul proprio sito web. Attualmente, è già disponibile una sezione FAQ https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo/le-comunita-energetiche-rinnovabili-in-pillole che fornisce risposte ai dubbi più comuni e offre indicazioni iniziali. Inoltre, presto sarà introdotto un simulatore che consentirà di valutare sia gli aspetti energetici che quelli economici dei progetti. In aggiunta, è attiva una mappa interattiva che mostra la posizione delle cabine primarie su tutto il territorio nazionale https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo/mappa-interattiva-delle-cabine-primarie.

Vuoi creare o aderire a una Comunità Energetica Rinnovabile o desideri approfondire ulteriormente l’argomento? Rivolgiti agli esperti di Solarplay per ricevere consulenza e supporto personalizzati. Insieme possiamo contribuire attivamente alla transizione energetica e alla diffusione delle fonti rinnovabili. 

Contattaci oggi stesso e inizia il tuo viaggio verso un futuro più sostenibile!

 La Trasformazione Green di una Villetta nel Viterbese

 La Trasformazione Green di una Villetta nel Viterbese

Salto di Due Classi Energetiche e Risparmio Sostenibile Solarplay ha recentemente completato un'installazione ecocompatibile presso la residenza del Sig. Antonio a Tuscania, in provincia di Viterbo. Questa trasformazione green non solo ha portato benefici immediati alla casa, ma rappresenta anche...